Comunicato stampa Ministero del Lavoro del 16 giugno 2016
 
Il programma Garanzia Giovani deve essere rifinanziato e diventare uno strumento permanente delle politiche europee per l'occupazione.
È quanto hanno ribadito ieri sera, a Lussemburgo, i Ministri europei del Lavoro e degli Affari Sociali del Gruppo Socialista, in occasione della riunione alla quale ha partecipato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti.
Una richiesta in linea con quella avanzata dal Presidente del Consiglio Renzi e dal Presidente Hollande nella dichiarazione del Vertice Italo francese dell'8 marzo a Venezia, nella quale si auspicava un nuovo finanziamento del programma fino a 20 miliardi di Euro da qui al 2020.
I Ministri hanno quindi sottolineato la necessità di rafforzare la dimensione sociale dell'Unione europea e di definire strategie indirizzate in particolare ai giovani, concordando di concentrare su tali temi l'azione del gruppo.
Il Ministro Poletti si è soffermato sulle sfide poste dalle trasformazioni tecnologiche, che appaiono oggi più rapide delle nostre capacità di adattamento. "Si tratta -ha detto Poletti- di un tema centrale per l'Unione Europea, che deve evitare di restare ai margini di questi processi; occorre che l'Europa sia in grado di comprendere e governare questi processi, dando risposte soprattutto sul piano sociale, che rappresenta uno dei pilastri fondanti della costruzione europea". Il Ministro Poletti ha anche ricordato la questione dei migranti, sulla quale occorre un approccio comune basato su una maggiore collaborazione, in particolare da parte di quei paesi i cui governi si ispirano ai principi della solidarietà sociale.