Comunicato stampa Unioncamere del 27 giugno 2016
 
Sono oltre 10mila gli imprenditori britannici in Italia. Quasi 1 su 4 ha scelto la Lombardia per fare impresa. Ma questa business community appare popolosa anche  in Lazio (14%) e in Toscana (10%).
E’ quanto emerge dalla fotografia scattata a giugno 2016 da Unioncamere e Infocamere delle imprese italiane guidate da un cittadino nato nel Regno Unito. Oltre la metà di questi cittadini ricopre la carica di amministratore (56%).  
Commercio (19%), manifatturiero (10%) e servizi di alloggio e ristorazione (9%) sono le attività più marcatamente British. Si tratta di iniziative imprenditoriali di dimensioni molto piccole. Quasi il 60% delle aziende italiane con a capo un cittadino della Gran Bretagna può contare al massimo su 10 addetti e su un valore della produzione non superiore ai 2milioni di euro.