La tanto discussa promessa elettorale dell'attuale Governo Renzi riguardanti "gli 80 euro in più in busta paga" è convogliata, a  livello fiscale, nella Circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 8 (download .pdf) del 28 aprile 2014, avente ad oggetto l'«Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati».
 
Il decreto legge n. 66/2014 citato nell'oggetto della circolare ha l'obiettivo di intervenire sul carico fiscale di privati e aziende.
Il primo intervento è quindi quello di concedere un credito di 640 euro ai lavoratori dipendenti (e simili) che possiedono un reddito inferiore a 24mila euro; inoltre, in caso di superamento dei 24mila euro, il credito decresce fino ad azzerarsi al raggiungimento di un livello di reddito complessivo pari a 26.000 euro.
 
E' importante sottolineare il fatto che per ottenere il credito di 640 euro non sarà necessario da parte dei lavoratori fare nessuna richiesta, poichè sarà riconosciuto automaticamente dai sostituti d'imposta.

Al momento, il credito sarà assegnato solamente per l'anno 2014. All'interno della circolare vengono identificati i soggetti beneficiari ed i sostituti d'imposta tenuti al riconoscimento del credito.
Per tutti i lavoratori senza sostituto d'imposta, infine, la circolare specifica che il credito potrà essere richiesto in sede di dichiarazione dei redditi.