La rapida successione delle modifiche apportate alla data di presentazione della dichiarazione annuale IVA e dell’abrogazione dell’invio della comunicazione annuale dati IVA potrebbe aver generato dei dubbi sui corretti termini di invio della dichiarazione IVA relativo al periodo di imposta 2015. Diciamo subito che nulla è cambiato rispetto all’anno scorso e che per le novità c’è ancora tempo !

Ma procediamo con ordine. La Legge di Stabilità del 2015 (Legge n.190/2014) aveva apportato importanti modifiche  alla dichiarazione IVA prevedendo già dal 2016 l’abrogazione della comunicazione annuale dati IVA e la presentazione della dichiarazione IVA - solo in forma autonoma -  senza possibilità di inclusione del modello nella dichiarazione Unica – da effettuare entro il 29 febbraio 2016. Correlativamente saltava la possibilità di pagare il saldo IVA entro il termine di versamento delle imposte dovute in base alla dichiarazione unificata.
In modo del tutto inaspettato la Legge di conversione del Decreto Milleproroghe (Legge 11/2015 in G.U. n. 49/2015), prorogava i nuovi adempimenti IVA di un ulteriore anno e quindi le novità IVA previste dalla Legge n. 190/2014 slittavano all’anno 2017.

 

Per quest’anno i termini IVA non subiscono variazioni e quindi:

 

  • la comunicazione annuale dati IVA andrà presentata entro il 29 febbraio 2016;
  • la dichiarazione IVA autonoma andrà presentata dal  01 febbraio al 30 settembre;
  • la dichiarazione annuale IVA unificata andrà presentata dal 01 maggio 2016 al 30 settembre 2016.

 

Attenzione nel 2017 diventerà obbligatorio presentare la sola dichiarazione IVA entro il 28 febbraio.

 

Articolo redatto da Francesco Cacchiarelli il 02-01-2016

 

Dicharazione IVA 2016 modello ed istruzioni

La comunicazione annuale dati IVA

Scadenzario fiscale aggiornato