Il modello 730 e le relative istruzioni sono stati approvate con il provvedimento n. 10043 del 16/01/2017 che ha introdotto alcune novità nel quadro E relativo agli oneri deducibili e detraibili che è diviso in sei sezioni:
 

Sezione I: spese per le quali spetta la detrazione d’imposta tra le quali rientrano le spese mediche;
Sezione II: spese e oneri per i quali spetta la deduzione dal reddito complessivo, tra le quali rientrano i contributi previdenziali;
Sezione III A: spese per le quali spetta la detrazione d’imposta del 36% - 50% - 65% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio;
Sezione III B: dati catastali identificativi degli immobili e altri dati per fruire della detrazione;
Sezione III C: detrazione d’imposta del 50% per l’acquisto di mobili per l’arredo di immobili e IVA per acquisto abitazione classe A o B;
Sezione IV: spese per le quali spetta la detrazione d’imposta per gli interventi di risparmio energetico;
Sezione V: dati per fruire delle detrazioni d’imposta per canoni di locazione;
Sezione VI: dati per fruire di altre detrazioni d’imposta, come per esempio le spese di mantenimento dei cani guida.

 

Tra le novità introdotte per il periodo di imposta 2016 si segnalano quelle relative:

Ai premi relativi alle assicurazioni rischio morte finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave che dal 2016 prevede l’aumento ad euro 750,00 del premio detraibile al 19%;

Al bonus mobili di giovani coppie. Le giovani coppie che nel 2016 risultano coniugate o conviventi more uxorio da almeno tre anni, ed hanno acquistato l’abitazione principale entro il 31/12/2016, possono usufruire della detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto degli arredi dell’abitazione principale. Deve trattarsi di mobili nuovi, acquistati nel 2016 e per un importo massimo di euro 16.000. La detrazione va poi ripartita in dieci quote annuali. Questo bonus non è stato riproposto per l’anno 2017.

Alle spese per canoni di locazione finanziaria di immobili da adibire ad abitazione principale che possono essere portati in detrazione al 19% nel modello 730 nei limiti previsti dalla legge.

All’IVA relativa all’acquisto di unità immobiliari residenziali di classe energetica A o B. Nel periodo di imposta 2016 è riconosciuta la detrazione, da spalmare in dieci anni, del 50% dell’IVA pagata. 


Articolo redatto da Francesco Cacchiarelli 28-01-2017