Lo staff di tusciafisco.it segnala il documento redatto dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) denominato «Operazioni con soggetti residenti in paesi “black list”: procedura operativa» (dowload .pdf) del marzo 2012.

Nel documento sono commentate le disposizioni contenute nell’articolo 110, commi da 10 a 12-bis, del D.P.R. 917/1986 (TUIR), in tema di deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi derivanti da operazioni intercorse con imprese residenti ovvero localizzate in Stati o territori extra-comunitari con regime fiscale privilegiato nonché dalle prestazioni di servizi rese dai professionisti domiciliati in detti Stati o territori.

Indice per macroaree:

1.Premessa
2.Lo scopo della procedura
3.L'individuazione dei soggetti obbligati
4.Il fornitore residente o domiciliato in un Paese black list
5.Le spese e gli altri componenti negativi
6.Individuazione dei Paesi black list
7.Le cause esimenti individuate dall'art. 110, comma 11 del TUIR
8.La prima esimente: lo svolgimento di un'effettiva attività commerciale e la concreta esecuzione
9.La seconda esimente: l’effettivo interesse economico e la concreta esecuzione dell’operazione
10.Professionisti black list: le esimenti
11.Sistema sanzionatorio
12.Rapporti tra CFC e deducibilità dei costi black list
13.I rapporti tra la disciplina relativa alla deducibilità dei costi black list e le convenzioni contro le doppie imposizioni
14.Adempimenti dichiarativi
15.Normativa e prassi di riferimento