Comunicato stampa ABI 20 marzo 2015
 
Alla guida della delegazione italiana il Vice Ministro delle Politiche Agricole, Andrea Olivero - 45 aziende del settore food e 20 del settore vino e bevande per un totale di 65 aziende e una delegazione di 5 dei principali gruppi bancari che rappresenta circa il 57% dell’intero mondo bancario italiano in termini di totale attivo. Questi i numeri della Missione imprenditoriale che si svolgerà in Canada dal 23 al 28 marzo e il cui obiettivo è quello di approfondire e migliorare i già ottimi rapporti commerciali nonché cogliere le nuove opportunità offerte dal mercato canadese.
La missione è promossa dai Ministeri dello Sviluppo Economico e degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ed è organizzata dall’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Confindustria, ABI, RETE Imprese Italia, Alleanza delle Cooperative e Unioncamere. A guidare la delegazione italiana sarà il Vice Ministro delle Politiche Agricole, Andrea Olivero. Il Canada ha un’importante tradizione di partner commerciale, in campo agroalimentare, dell’Italia, questo grazie anche alla consistente comunità di origine Italiana che, nel corso degli anni ha contribuito ad introdurre nel paese un’intera gamma di prodotti alimentari della tradizione italiana che hanno acquisito mercato nel paese. Il programma della missione prevede tre tappe: a Toronto, Montreal e Vancouver durante le quali le aziende partecipanti avranno la possibilità di poter esporre e far degustare le loro produzioni agli operatori canadesi del settore. Sono previste inoltre visite presso i punti vendita del Monopolio di bevande alcoliche, della grande distribuzione; presentazioni su tematiche di mercato, normative e modalità di commercializzazione dei prodotti alimentari in Canada, nonché, incontri B2B e con opinion leader del settore e stampa specializzata.
In Canada l’agroalimentare italiano riveste una particolare importanza, rappresentando oltre il 16% del totale esportato e rimane senza dubbio una costante affidabile delle nostre esportazioni. Il comparto dei vini si conferma, con oltre 465 milioni di dollari canadesi, il più importante dell’export agro alimentare italiano. Nel corso del 2014 l’alimentare “Made in Italy” ha confermato un trend di crescita positivo e ha raggiunto quota 1 miliardo di dollari canadesi, con un aumento del 6,6% rispetto al 2013, collocando così il nostro paese al quarto posto dei paesi fornitori, immediatamente dopo USA, Messico e Cina e prima della Francia. L’Italia è quindi il primo fornitore del Canada di prodotti agroalimentari della UE28.