Comunicato stampa Confcommercio 31/07/2015
 
INSTABILITA' DOVUTA A PERMANERE FRAGILITA' RIPRESA
 
Il ridimensionamento rilevato nel numero di occupati rappresenta un preoccupante segnale della fragilità della ripresa e delle difficoltà di innescare, nel breve periodo, il processo di crescita, nuova occupazione, maggiore reddito e consumi in grado di garantire uno sviluppo duraturo nel tempo.
Va, comunque, sottolineato che alla luce anche di quanto emerge da altre indicazioni sul mercato del lavoro (Inps, Ministero) è presumibile che questo stop sia solo sintomatico di un periodo di transizione legato alla trasformazione di posizioni già esistenti ed alla minore richiesta di ore di cig. Bisognerà, dunque, attendere almeno l'autunno per valutare quali sono i reali effetti la ripresa sul mercato del lavoro: questo il commento di Confcommercio alle stime provvisorie degli occupati e dei disoccupati diffuse oggi dall'Istat.