Comunicato stampa:Presentazione del Rapporto sul sitema di istruzione e formazione professionale (IEFP)
22 settembre 2015
Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri
Il prossimo mercoledì 23 settembre, alle ore 10.00, l'ISFOL presenterà il Rapporto sul sistema Istruzione e Formazione Professionale, con la partecipazione del Sottosegretario al Lavoro on. Luigi BOBBA.
In vista dell'incontro l'on. BOBBA dichiara " I percorsi di IeFP sono fondamentali nell'ambito della strategia perseguita dal Governo volta, fra l'altro, a migliorare il rapporto tra sistema educativo e mondo delle imprese, al fine di incrementare l'occupabilità dei giovani. I decreti attuativi del Jobs Act   puntano  a favorire l'individuazione di percorsi innovativi nella formazione professionale anche tramite un rilancio dell'apprendistato, tali da diventare tasselli di un unico disegno armonico, che contrasti efficacemente la disoccupazione giovanile e la dispersione scolastica". "E' importante sottolineare" – continua Bobba – "che il Sistema IeFP si sta sempre più strutturando  in modo da valorizzare e mettere a frutto i talenti dei giovani, affinché ciascuno possa realizzare le proprie aspettative lavorative. Diventa, dunque,    fondamentale   l'acquisizione di  saperi e competenze  spendibili e coerenti con le esigenze del mercato del lavoro. Si tratta   di opportunità di apprendimento" conclude il Sottosegretario "che  ridanno significato e valore sociale al lavoro e rappresentano  un elemento essenziale  per la piena inclusione dei giovani che costituiscono la leva primaria per il futuro sviluppo  dell' intera società".
I percorsi di Istruzione e Formazione Professionale, nati sperimentalmente nel 2003 e diventati ordinamentali nel 2011, rappresentano un canale alternativo alla scuola per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione e per il diritto-dovere all'istruzione e alla formazione dei giovani 14-17enni.
"L'IeFP ha dimostrato sul campo un'alta capacità inclusiva – ha dichiarato il presidente ISFOL Pier Antonio VARESI – nel contrastare il fenomeno della dispersione formativa. Sempre più giovani, scarsamente motivati dalle metodologie scolastiche tradizionali, vedono in questi percorsi un'ottima occasione per acquisire una qualifica e un diploma professionale spendibili nel mercato del lavoro. Nell'annualità 2013-2014 gli iscritti hanno ormai superato le 300 mila unità, proseguendo il trend di costante incremento che caratterizza il sistema".
La filiera si conferma quindi un canale molto attivo e al tempo stesso particolarmente efficace dal punto di vista dell'occupabilità dei giovani. "Sebbene in un contesto strutturale – ha aggiunto VARESI – di crisi economico-occupazionale, il sistema IeFP riesce a professionalizzare gli allievi, anche grazie all'ampio ricorso a metodologie didattiche improntate alla pratica, al laboratorio, allo stage, attualizzando l'apprendimento nell'esperienza".
Il Rapporto realizzato dall'Isfol riporta i numerosi dati acquisiti negli ultimi anni attraverso le attività di monitoraggio e di ricerca svolte dall'Istituto, soffermandosi su aspetti quali l'offerta e la domanda della filiera, gli esiti occupazionali dei qualificati, la partecipazione degli allievi di origine straniera, l'analisi dei costi, la conoscenza che la popolazione italiana ha del sistema IeFP.
L'incontro sarà anche l'occasione per proiettare un video documentario sulla IeFP.
Si segnala che l'evento è a numero chiuso. Per l'accredito è necessario fornire il proprio nominativo e la testata di appartenenza, indicando l'eventuale utilizzo di apparecchiature audio-video.