Primo via libera del Parlamento al ddl concorrenza. Più competizione e trasparenza in settori strategici
 
Mercoledì, 07 Ottobre 2015
 
Ministro Guidi: traguardo significativo. Provvedimento favorisce crescita e consumatori rendendo l’Italia più attrattiva per investitori esteri. Obiettivo: approvazione finale entro l’anno
 
Soddisfazione per il primo via libera del Parlamento al disegno di legge sulla concorrenza è stata espressa oggi dal ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi.
“Si tratta di un importante traguardo perché è stato rispettato l’obiettivo di varare per la prima volta una legge annuale sulla concorrenza, allo scopo di favorire la crescita ed i consumatori, rendendo l’Italia un Paese più attrattivo nei confronti degli investitori esteri. Il provvedimento intende rimuovere gli ostacoli alla competizione e  va nella direzione voluta dal Governo di ammodernare settori significativi per l’economia del Paese. Le liberalizzazioni rappresentano infatti un volano sempre più decisivo per sostenere la crescita del Pil e creare nuovi posti di lavoro”. Il ministro Guidi ha auspicato infine che l’esame del ddl concorrenza da parte del Senato “possa arricchire il testo nel rispetto dei tempi previsti, portando all’approvazione finale del provvedimento entro la fine dell’anno”.
Il 20 febbraio 2015 il consiglio dei ministri aveva adottato, per la prima volta, il disegno di legge annuale per la concorrenza. Il Ddl, che si basa sulla segnalazione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha l’obiettivo di contrastare le posizioni di rendita e favorire la competizione, con lo scopo di promuovere crescita economica e occupazione.
I settori interessati dal provvedimento vanno dalle assicurazioni alle telecomunicazioni, dai servizi postali all’energia elettrica e al gas, dai carburanti alle banche, dalle professioni alle farmacie.