Come ogni anno, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) ha stabilito il livello di contribuzione del 2015 per i propri iscritti.
Per quanto riguarda la gestione artigiani e commercianti la contribuzione IVS sul minimale di reddito (pari a 15.548,00 euro per il 2015) è la seguente:
  • 3.529,06 € (aliquota 22,65%) per ARTIGIANI titolari di qualunque età e coadiuvanti/coadiutori di età superiore ai 21 anni
  • 3.062,62 € (aliquota 19,65%) per ARTIGIANI coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni
  • 3.543,05 € (aliquota 22,74%) per COMMERCIANTI titolari di qualunque età e coadiuvanti/coadiutori di età superiore ai 21 anni
  • 3.076,61 € (aliquota 19,65%) per COMMERCIANTI coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni
Il contributo miniale è suddiviso in 4 rate fisse di uguale importo (vedere il proprio Cassetto previdenziale) da versare il:
  • 18 maggio 2015
  • 20 agosto 2015
  • 16 novembre 2015
  • 16 febbraio 2016
Qualora il reddito d'impresa 2014 superi il citato minimale di 15.548,00 €, il titolare - artigiano o commerciante - dovrà applicare le stesse aliquote (22,65%/22,74%) fino al limite di 46.123,00 euro di reddito d'impresa (prima fascia di retribuzione annua pensionabile 2015). Mentre per i redditi superiori ai 46.123,00 € si applica una maggiorazione di un punto percentuale sulle stesse aliquote (23,65% artigiani e 23,74% commercianti).
In questo caso, le scadenze per il pagamento dei contributi eccedenti il minimale seguono quelle delle imposte sui redditi delle persone fisiche (a titolo di saldo 2014, primo acconto 2015 e secondo acconto 2015).
 
Passando ai soggetti iscritti alla gestione separata INPS l'aliquota contributiva è pari al 30,72% del reddito conseguito nel 2014 fino ad un massimale di 100.324,00 per il 2015.
 
Fonte: