Per scaricare un modello di lettera di disdetta contratto di affitto in formato editabile clicca qui
Si rammenta che per le cessioni, proroghe e risoluzioni di contratti registrati, gli interessati (locatore e conduttore) devono versare l’imposta dovuta, con il modello F24 Elide, entro 30 giorni e, nei successivi 20, presentare l’attestato di versamento all’ufficio dove era stato presentato il contratto.
 
Clicca qui per scaricare un fac simile di verbale di riconsegna dell'immobile.
 
Pagamento tardivo assegno. Per i soli assegni senza provvista, l'art. 8 della L. 386/90 consente il pagamento dell'assegno emesso dopo la scadenza del termine di presentazione (c.d. pagamento tardivo), il quale può essere eseguito o nelle mani del portatore del titolo o nelle mani del pubblico ufficiale che ha elevato il protesto (o ha reso la constatazione equivalente), o presso lo stabilimento della banca trattaria mediante un deposito infruttifero vincolato al portatore del titolo. In tali casi, la sanzione amministrativa non si applica se:

Lettera di primo sollecito richiesta pagamento fattura.
 

G. Q. S.p.A.
Via Tuscia n. 18
01100 Viterbo

                                                                     Viterbo, 23 luglio 20__


Spett. Tal dei Tali
Via Garibaldi, 25
01100 Viterbo

Dall’esame dei ns. libri contabili risulta che la ns. fattura n. ___ del 21 aprile scorso, il cui termine di pagamento scadeva il 23 giugno c.m., non è stata ancora pagata.

Contratto per concessione in uso di parti del proprio studio ad altro professionista per uso diverso dall'abitativo
TRA
(nome società concedente) con studio professionale a Roma provincia di Roma, in Piazza Cuba n. ___, C.A.P 00198 Codice Fiscale e Partita IVA ________ iscritta al registro delle Imprese di Roma; PEC ______ fax ______ di seguito denominato "concedente",
E
(nome concessionario), iscritto all'Ordine ___________ della Provincia di ________, Sezione __, col numero ____; con studio professionale a ________, provincia di ______; in Via _____ n.___ C.A.P. ___, Codice Fiscale _______; Partita IVA ______, PEC _____ fax ______
di seguito denominato "concessionario",
PREMESSO CHE
a) Il CONCEDENTE è affittuario/comodatario dell'immobile, giusto contratto registrato all'Agenzia delle Entrate di Roma il ______ serie ____ n. _____, sito in Via _______ piano terra int ___, ove ha sede il relativo studio che svolge le attività professionali di (esempio: poliambulatorio medico, diagnostico e riabilitazione) e con presenza all'interno della medesima struttura sia di collaboratori che di altri professionisti non associati al CONCEDENTE;
b) il CONCESSIONARIO svolge attività professionale di _____________;
c) il CONCESSIONARIO ha interesse ad utilizzare per lo svolgimento delle proprie relative attività professionali gli ambienti di lavoro all'interno dello studio del CONCEDENTE con i relativi servizi accessori a livello organizzativo a tecnico;
d) il CONCEDENTE è disponibile a concedere al CONCESSIONARIO l'uso di predetti spazi e connessi servizi alle condizioni che seguono;
TUTTO CIÒ PREMESSO LE PARTI CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE
1. PREMESSE ED ALLEGATO
1.1 Le premesse e gli Allegati _________ costituiscono parte integrante e sostanziale del presente contratto (di seguito denominato "CONTRATTO").
2.DEFINIZIONI
2.1 In aggiunta ai termini ed alle espressioni definiti in altre parti del Contratto ed ai fini dello stesso, i termini e le espressioni di seguito elencati hanno il significato a ciascuno di essi corrispondente:
- per "PARTI" si intendono "CONCEDENTE" e "CONCESSIONARIO";
- per "CONTRATTO" si intende la presente scrittura privata;
- per "IMMOBILE" si intende lo studio sito in (città), Via ___________ in affitto/comodato d'uso al CONCEDENTE;
Schema dichiarazione liberatoria. Clicca qui per scaricare quattro fac simile:
  • Esempio 1: Dichiarazione Liberatoria
  • Esempio 2: Schema di dichiarazione liberatoria del fornitore
  • Esempio 3: Bozza di quietanza liberatoria
  • Esempio 4: Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà pagamento tardivo di un assegno (art. 21 e 47 D.P.R. 445/2000)
Potrebbe anche interessarti:
 
L’articolo 1899 del Codice Civile “Durata dell'assicurazione” - così come modificato dal Decreto Bersani e dalla Legge n. 99/2009 - testualmente recita: “L'assicurazione ha effetto dalle ore ventiquattro del giorno della conclusione del contratto alle ore ventiquattro dell'ultimo giorno della durata stabilita nel contratto stesso. L'assicuratore, in alternativa ad una copertura di durata annuale, può proporre una copertura di durata poliennale a fronte di una riduzione del premio rispetto a quello previsto per la stessa copertura dal contratto annuale. In questo caso, se il contratto supera i cinque anni, l'assicurato, trascorso il quinquennio, ha facoltà di recedere dal contratto con preavviso di sessanta giorni e con effetto dalla fine dell'annualità nel corso della quale la facoltà di recesso è stata esercitata. Il contratto può essere tacitamente prorogato una o più volte, ma ciascuna proroga tacita non può avere una durata superiore a due anni.
Le norme del presente articolo non si applicano alle assicurazioni sulla vita”

Per disdire la propria polizza infortuni è quindi di norma sufficiente inviare una lettera preferibilmente mediante raccomandata a/r con un preavviso di almeno 60 giorni prima della fine dell’annualità.
Nella lettera andranno indicati tutti i dati del contrante come indicati nel contratto, il numero di polizza e la compagnia assicuratrice. Al modello firmato è poi opportuno allegare una fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore.
 
Di seguito si riporta un fac simile della lettera di disdetta:

Modello richiesta di rimborso del canone RAI addebitato nella bolletta dell'energia elettrica.

Il modello deve essere utilizzato esclusivamente da parte dei contribuenti titolari di utenza di fornitura di energia elettrica su cui è stato addebitato il canone di abbonamento alla televisione per uso privato, per richiederne il rimborso nel caso si ritenga di averlo pagato indebitamente.

ATTENZIONE: questo modello deve essere utilizzato solo nel caso in cui il canone sia stato pagato indebitamente a seguito di addebito nella fattura per la fornitura di energia elettrica.
La richiesta di rimborso può essere presentata anche da un erede in relazione alle utenze elettriche intestate ad un soggetto deceduto.

La domanda dovrà essere presentata in via telematica a decorrere dal prossimo 15 settembre; fino a tale data si dovrà utilizzare il servizio postale.

 

Clicca qui per scaricare il modello di richiesta rimborso

Clicca qui per scaricare le relative istruzioni

Leggi anche: Canone RAI i dubbi e le risposte più frequenti

 

feed-image Feed Entries