Al mondo di sicuro ci sono solo la morte e le tasse, attribuita a Benjamin Franklin. Le scadenze fiscali divise per mese, l'agenda sempre aggiornata per non dimenticare mai niente, fonte Agenzia delle Entrate. Si ricorda che le scadenze possono essere oggetto di proroghe e modifiche e che se il giorno di scadenza cade di sabato o in un giorno festivo la scadenza è rinviata al primo giorno non festivo.

Clicca qui per scaricare le scadenze di febbraio 2015

Clicca qui per scaricare le scadenze di gennaio 2015

Clicca qui per scaricare le scadenze di dicembre 2014

Clicca qui per scaricare le scadenze di novembre 2014

Clicca qui per scaricare le scadenze di ottobre 2014

Clicca qui per scaricare le scadenze di settembre 2014

Si ricorda che in tutti i casi in cui il termine di scadenza cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo e perciò per il mese di aprile le scadenze sono prorogate al 26 gennaio 2015.

PRESENTAZIONE ELENCHI INTRASTAT
Presentazione, da parte degli operatori intracomunitari con obbligo trimestrale, degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni nonché delle prestazioni di servizio in ambito comunitario, effettuati nel trimestre precedente, da effettuare in via telematica all'Agenzia delle Dogane attraverso l'utilizzo del Servizio Telematico Doganale E.D.I.
PRESENTAZIONE ELENCHI INTRASTAT
Presentazione, da parte degli operatori intracomunitari con obbligo mensile, degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni nonché delle prestazioni di servizio in ambito comunitario, effettuati nel mese precedente, da effettuare in via telematica all'Agenzia delle Dogane attraverso l'utilizzo del Servizio Telematico Doganale E.D.I.

L'omessa presentazione degli elenchi riepilogativi prevede una sanzione da euro 516 a euro 1.032 per ciascuno di essi. La sanzione è ridotta alla metà se gli elenchi sono presentati entro trenta giorni dalla richiesta dell'ufficio abilitato a riceverli ovvero incaricato del loro controllo.
Alcune persone vedono un'impresa privata come una tigre feroce da uccidere subito, altri come una mucca da mungere, pochissimi la vedono com'è in realtà: un robusto cavallo che traina un carro molto pesante - Winston Churchill
ELENCO DELLE PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DEL 16 GENNAIO 2015
 
IVA MENSILE
Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente, da parte dei contribuenti Iva mensili, mediante Modello F24.
Clicca sul codice tributo per scaricare un esempio di compilazione del modello F24:
6012 - Versamento Iva mensile dicembre
 
RITENUTE SU REDDITI DI LAVORO AUTONOMO
Versamento, da parte dei sostituti d'imposta, delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, da effettuare con Modello F24.
Codici tributo:

ELENCO DELLE PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DEL 16 DICEMBRE 2014:

IVA MENSILE NOVEMBRE
Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente da parte dei contribuenti Iva mensili mediante Modello F24 online
Codici tributo:
6011 - Versamento Iva mensile novembre

SALDO IMU e TASI
Versamento, da parte dei proprietari o titolari di altro diritto reale di godimento su beni immobili del saldo dell'Imposta Municipale Propria (Imu) e della Tasi mediante Modello F24.

RITENUTE ALLA FONTE SU PROVVIGIONI

ELENCO PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DEL 30 NOVEMBRE 2014
Nei casi in cui il termine di pagamento cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo e perciò per il mese in corso le scadenze sono progate al 01 DICEMBRE 2014.

IRPEF ACCONTO 2014 - 2° RATA

Gli agenti ed i rappresentanti di commercio sono tenuti al versamento dei contributi previdenziali all’ENASARCO, l’Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti ed i Rappresentanti di Commercio.
L’effettivo versamento avviene da parte della ditta preponente, che è responsabile anche per la parte a carico dell’agente.
I massimali provvigionali non sono frazionabili in rapporto all’anno. Gli agenti plurimandatari potranno raggiungere il valore del massimale tante volte quante sono le aziende rappresentate preponenti nel rapporto di agenzia.

SCADENZE DEI VERSAMENTI ENASARCO
Le scadenze di versamento cadono il 20 del secondo mese successivo al trimestre di competenza. Pertanto, si avrà :
per il trimestre gennaio - marzo       la scadenza è il 20 maggio;
per il trimestre aprile - giugno         la scadenza è il 20 agosto;
per il trimestre luglio - settembre     la scadenza è il 20 novembre;
per il trimestre ottobre - dicembre   la scadenza è il 20 febbraio dell’anno successivo.
Si ricorda che in tutti i casi in cui il termine di pagamento cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

ELENCO DELLE PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DEL 16 NOVEMBRE 2014

Nei casi in cui il termine di pagamento cade di sabato o in un giorno festivo, detto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo e perciò per il mese in corso le scadenze sono progate al 17 novembre 2014.

IVA TRIMESTRALE
Versamento, da parte dei contribuenti Iva trimestrali, dell'Iva dovuta per il terzo trimestre, maggiorata dell'1%, mediante Modello F24 online
Codici tributo:
6033 - Versamento IVA trimestrale - 3 trimestre

IVA MENSILE OTTOBRE
Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente, da parte dei contribuenti Iva mensili, mediante Modello F24 online
Codici tributo:
6010 - Versamento Iva mensile ottobre

RITENUTE SU REDDITI DI LAVORO AUTONOMO

I contributi Enasarco di competenza del 3 trimestre 2014 (mesi da luglio a settembre), devono essere versati entro il 20 novembre 2014.

L'Enasarco, da calcolarsi su tutte le somme dovute all’agente a qualsiasi titolo in dipendenza del rapporto di agenzia anche se non ancora liquidate, compresi acconti e premi, nel caso di attività di agenzia sotto forma di ditta individuale o società di persone, per l'anno 2014, è pari al 14,20%, di cui:
  • 7,10% a carico del preponente;
  • 7,10% a carico dell’agente (sotto forma di trattenuta espressamente indicata nella fattura di provvigioni).
L’effettivo versamento avviene, però, da parte del preponente, che ne è responsabile anche per la parte a carico dell’agente.