E' uno degli eredi che deve presentare la dichiarazione dei redditi per conto del de cuius. Nel frontespizio della dichirazione dei redditi PF, devono essere indicati il codice fiscale e gli altri dati personali del contribuente deceduto. L’erede deve poi compilare l’apposito riquadro del frontespizio “Riservato a chi presenta la dichiarazione per altri” - secondo le indicazioni fornite nelle istruzioni  - scrivendo il codice carica “7”,  riportando la data del decesso nel campo “data carica” e sottoscrivere infine la dichiarazione dei redditi.

In nessun caso si potrà presentare il modello 730.
Per ulteriori informazioni sulle modalità di compilazione leggete le istruzioni ufficiali per la compilazione del frontespizio, alla voce “Dichiarazione presentata dagli eredi o da altri soggetti diversi dal contribuente”.

Termini di presentazione della dichiarazione da parte degli eredi

WG79U 2018, l modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione dello studio di settore WG79U deve essere compilato con riferimento al periodo d’imposta 2017 e deve essere utilizzato dai soggetti che svolgono come attività prevalente una tra quelle di seguito elencate:

“Noleggio di autovetture ed autoveicoli leggeri” – codice attività 77.11.00;
“Noleggio di autocarri e di altri veicoli pesanti” – codice attività 77.12.00;
“Noleggio di altri mezzi di trasporto terrestri” – codice attività 77.39.10;
“Noleggio di container per diverse modalità di trasporto” – codice attività 77.39.92.

Clicca qui per scaricare il modello dello studio di settore

Clicca qui per scaricare le istruzioni 2018 dello studio di settore

Vai alla sezione modulistica del sito Tusciafisco per scaricare gratuitamente oltre 400 lettere, dichiarazioni, liberatorie utili per la tua azienda.

Lo studio di settore WM16U deve essere compilato con riferimento al periodo d’imposta 2017 e deve essere utilizzato dai soggetti che svolgono come attività prevalente una tra quelle di seguito elencate:
“Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale” – codice attività 47.75.10;
“Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini” – codice attività 47.78.60.

Clicca qui per scaricare il modello studi di settore WM16U 2018

Clicca qui per scaricare le istruzioni 2018 dello studio di settore 

Vai alla sezione modulistica del sito Tusciafisco per scaricare gratuitamente oltre 400 lettere, dichiarazioni, liberatorie utili per la tua azienda

A far data dal primo gennaio 2018 il tasso degli interessi legali è passato dallo 0,1% allo 0,3%. A fissare l'aumento è stato il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze del 13/12/2017, pubblicato sulla GU n. 292 del 15/12/2017.

Oltre ai riflessi sulla domanda di investimenti, sui mutui e sui finanziamenti, l’aumento del tasso di interesse si fa sentire in particolare in ambito fiscale, per le somme da versare a titolo di ravvedimento operoso.

Ad esempio il contribuente che intenderà ravvedersi nel 2018 per violazioni intervenute fino al 31.12.2017, dovrà calcolare e poi sommare fra loro:

  • gli interessi calcolati al tasso legale dello 0,1% per il periodo relativo all'anno 2017;
  • gli interessi calcolati al tasso legale dello 0,3% per il periodo che va dal 01.01.2018 alla data di regolarizzazione della violazione.

 

Di seguito si riporta la tabella dei tassi degli interessi legali in vigore dal 01 gennaio 2001 ad oggi:

 

Comunicato stampa INPS del 11 agosto 2017.
Le disposizioni normative che disciplinano le prestazioni di lavoro occasionale (art. 54 bis del decreto legge n. 50/2017, convertito in legge n. 96/2017), sono entrate in vigore il 24 giugno 2017, e dal 10 luglio 2017 è operativa la piattaforma informatica che supporta la gestione del Libretto famiglia e del Contratto di prestazione occasionale.
Con riferimento specifico alle peculiarità del settore agricoltura, si segnala che la piattaforma informatica già operativa tiene conto della diversa quantificazione dei compensi dei lavoratori impiegati nell’agricoltura, consentendo di selezionare gli importi previsti dalla contrattazione collettiva di settore. Gli operatori del settore agricoltura sono, pertanto, in condizione di operare come tutti gli altri utilizzatori.
In breve tempo verranno implementate le ulteriori modifiche derivanti dalla possibilità – specifica per il solo settore agricoltura - di effettuare un'unica dichiarazione di durata fino a tre giorni, in alternativa alla dichiarazione giornaliera già operativa. L'applicazione di tale possibilità necessita di essere coordinata con il rispetto delle altre norme previste a tutela dei lavoratori, per cui sono in corso approfondimenti con i Ministeri del Lavoro e delle Politiche sociali e delle Politiche agricole, alimentari e forestali.
Gli utilizzatori possono disporre delle somme versate mediante modello F24 solo decorsi almeno sette giorni bancabili, in considerazione dei tempi tecnici necessari per la gestione dei versamenti da parte del sistema bancario, di Agenzia delle Entrate oltre che di Inps. Dal 31 luglio 2017 è tuttavia possibile per tutti gli utilizzatori effettuare i versamenti tramite Portale dei Pagamenti INPS - sezione Prestazioni Occasionali, che consente l’accesso a tutte le modalità di pagamento elettronico “pagoPA” di Agid.
Tale modalità è molto semplice, e consente agli utilizzatori di poter disporre delle somme versate in breve tempo.
Sempre dalla medesima data del 31 luglio 2017 per il Contratto di Prestazione Occasionale è possibile che gli adempimenti di registrazione e di dichiarazione delle prestazioni avvengano avvalendosi di intermediari; i lavoratori possono registrarsi
anche tramite i patronati. Si ricorda, inoltre, che tali adempimenti possono essere svolti anche tramite contact center.
Servizio online di verifica di una partita IVA. Il servizio permette di verificare la validità di una partita Iva e di conoscere, inoltre, le informazioni registrate in Anagrafe tributaria sul suo stato di attività e sulla denominazione o sul cognome e nome del titolare. Questa consultazione è prevista dall'articolo 35-quater del Dpr 633 del 1972.
La partita Iva viene assegnata dall'ufficio dell'Agenzia delle Entrate che si compone di 11 cifre.
La sua validità ed esistenza può essere appurata con strumenti online sviluppati a questo scopo come quello sopra riportato. 
 

Clicca qui per inserire la partita Iva che si intende verificare. Se è correttamente registrata in Anagrafe tributaria, viene visualizzato un messaggio di risposta che riporta:
 
  • lo stato - attiva, sospesa (in caso di affitto d'azienda), cessata
  • la denominazione o il cognome e nome del titolare
  • la data di inizio attività e le eventuali date di sospensione/cessazione
 

 

Clicca qui per scaricare gratuitamente 365 modelli di lettere, dichiarazioni, liberatorie, fatte su misura per te !

E-book area fiscale apertura partita IVA.

 

Comunicato stampa INPS del 1 agosto 2017.
L’Istituto comunica che è disponibile l’accesso alla piattaforma del lavoro occasionale per gli intermediari previdenziali che operano in qualità di delegati per il contratto di Prestazioni Occasionali per conto di utilizzatori e/o prestatori.
Le modalità per l’accesso alla piattaforma telematica sono descritte in dettaglio nel messaggio n. 3177 del 31 luglio 2017.
Con lo stesso messaggio, inoltre, si informa che è possibile versare le somme necessarie per alimentare il portafoglio virtuale dell’utilizzatore attraverso strumenti di pagamento elettronico con addebito in conto corrente o su carta di credito/debito gestiti attraverso la modalità di pagamento “PagoPA” di Agid, esclusivamente dal Portale dei Pagamenti Inps- sezione Prestazioni Occasionali, per l’acquisto di titoli di pagamento per il Libretto Famiglia, per il versamento delle somme per il Contratto di Prestazione Occasionale e la visualizzazione e stampa delle ricevute dei pagamenti effettuati tramite PagoPA.

 

 

LOCAZIONI BREVI: la disciplina fiscale e le nuove regole per gli intermediari edizione ottobre 2017, la nuova guida realizzata dall’Agenzia delle Entrate in cui vengono riepilogati tutti i passi da fare, come e quando applicare le nuove regole, come inviare i dati e come operare la ritenuta.

Clicca qui per scaricare liberamente la guida sulle locazioni brevi

 

Articoli e fac simili gratuiti che ti potrebbero interessare:

 

 

feed-image Feed Entries